Componenti CIP delle comunità

I servizi di ricerca centralizzati

La Confederazione gestisce i cosiddetti "servizi di ricerca centralizzati", necessari per la comunicazione tecnica tra comunità e comunità di riferimento. Questi servizi, ad esempio, forniscono informazioni su quali professionisti della salute registrati partecipano attualmente alla cartella informatizzata del paziente. In questo modo i/le pazienti conoscono l'identità delle persone a cui possono attribuire o revocare i diritti di accesso.

  • Master Patient Index (MPI): questo componente software, che deve essere configurato una sola volta per ciascuna comunità (di riferimento), gestisce le identità dei pazienti all'interno della comunità (di riferimento).
  • Registro dei documenti CIP (IHE XDS Registry): anche questo componente software dev'essere allestito una sola volta per ciascuna comunità (di riferimento). Esso gestisce i rimandi ai documenti CIP negli archivi dei documenti CIP (IHE XDS Repositories).
  • Archivio dei documenti CIP (IHE XDS Repository): in questo archivio vengono memorizzati i documenti CIP della comunità. All'interno della comunità (di riferimento) l'archivio dev'essere presente almeno una volta, ma può esserlo anche di più.
  • Gestione dell'identità dei/delle pazienti e dei professionisti della salute: Ogni comunità (di riferimento) deve gestire tutti i professionisti della salute registrati per la CIP e garantire che essi accedano al sistema CIP solo attraverso un'autenticazione a due fattori . Le comunità di riferimento devono altresì amministrare tutte le identità dei/delle loro pazienti, assicurandone l'autenticazione a due fattori. Sia i/le pazienti che i professionisti della salute necessitano a tal fine di un'identità elettronica (eID).
  • Portale di accesso per i professionisti della salute: ogni comunità (di riferimento) deve predisporre un portale di accesso per i suoi professionisti della salute registrati, a meno che questi non possano accedere direttamente alla CIP attraverso il loro sistema primario. Il portale di accesso consente ai professionisti della salute di visionare i documenti CIP dei/delle propri/e pazienti.
  • Portale per pazienti di una comunità di riferimento: ogni comunità di riferimento deve offrire ai/alle propri/e pazienti un portale attraverso il quale essi/e possono visionare i propri documenti CIP e disporre dei protocolli di accesso nonché gestire le autorizzazioni d'accesso, cioè attribuire e revocare i diritti di accesso ai professionisti della salute. Inoltre, attraverso il portale, i/le pazienti devono poter archiviare i propri documenti nella loro CIP.
  • Sistema di autorizzazione CIP: questo componente software all'interno della comunità (di riferimento) deve garantire che tutte le impostazioni di autorizzazione degli utenti CIP siano applicate correttamente. In particolare la visione di documenti CIP dev'essere interdetta alle persone non autorizzate.
  • Sistema di verbalizzazione CIP: questo componente software all'interno della comunità (di riferimento) deve garantire che tutte le attività vengano correttamente verbalizzate e che queste, in caso di necessità, siano archiviate nel CIP del/della paziente così da renderle disponibili per la lettura. Ciò riguarda in particolare tutti i tentativi di accesso e gli accessi avvenuti con successo ai documenti CIP del/della paziente.

Ultima modifica 16.10.2017