Diritto esecutivo

Il diritto esecutivo per la LCIP si compone di due ordinanze del Consiglio federale e di un’ordinanza dipartimentale che vengono spiegate nel dettaglio nei rispettivi allegati.

Ordinanza del Consiglio federale sugli aiuti finanziari per la cartella informatizzata del paziente

L’ordinanza del Consiglio federale sugli aiuti finanziari per la cartella informatizzata del paziente (OFCIP) trova applicazione per tre anni a partire dall’entrata in vigore della LCIP. Include tutte le disposizioni sulla concessione di aiuti finanziari e sull’ordine di priorità e concretizza gli articoli da 20 a 23 LCIP.

Ordinanza del Consiglio federale sulla cartella informatizzata del paziente

L’ordinanza del Consiglio federale sulla cartella informatizzata del paziente (OCIP) copre tutti gli altri aspetti da disciplinare: creazione della cartella informatizzata del paziente e accesso a quest‘ultima, attribuzione e gestione del numero d’identificazione del paziente, certificazione delle comunità e delle comunità di riferimento, requisiti degli strumenti d‘identificazione e certificazione degli emittenti, disposizioni per l’accreditamento e la procedura di certificazione, servizi di ricerca.

Ordinanza dipartimentale sulla cartella informatizzata del paziente

All’allegato 1 l’ordinanza del DFI sulla cartella informatizzata del paziente (OCIP-DFI) disciplina tra l’altro la strutturazione dei nuovi numeri d’identificazione del paziente.

L’allegato 2 definisce le condizioni di certificazione applicabili alle comunità e alle comunità di riferimento mediante cosiddette «Condizioni tecniche e organizzative di certificazione».

L’allegato 3 contiene un elenco dei metadati da utilizzare nella cartella informatizzata del paziente per garantire l’interoperabilità e la sicurezza dello scambio di dati.

L’allegato 4 contempla i formati di scambio da utilizzare, ad esempio per la cartella informatizzata delle vaccinazioni o per lo scambio elettronico di informazioni nel processo di terapia farmacologica.

Nell’allegato 5 vengono ulteriormente dettagliate le prescrizioni riguardanti i profili d’integrazione che disciplinano lo scambio di dati tra le comunità. A medio-lungo termine si prevede di chiedere agli organismi nazionali o internazionali competenti (IHE Suisse o IHE International) di adottare questi adeguamenti e profili di integrazione complementari nazionali quali standard ufficiali.

L’allegato 6 contiene un elenco dei dati che le comunità e comunità di riferimento certificate devono mettere a disposizione dell’UFSP affinché possa procedere alla valutazione secondo l’articolo 18 LCIP.

L’allegato 7 elenca i requisiti minimi per il personale incaricato della certificazione.

Le prescrizioni sulla protezione dei mezzi di identificazione di cui all’allegato 8 concretizzano i requisiti tecnici cui soggiacciono gli strumenti di identificazione.

Ultima modifica 30.01.2019